Skip to main content

Un abbraccio giallo come la pasta e grande quanto il cuore dei modenesi.

I tortellini sono da tutti considerati l’eccellenza gastronomica di Modena e Bologna, che da sempre se le suonano bonariamente tra competizioni e rivendicazioni per decretare il migliore, ma oltre ad avere una storia lunghissima per arrivare alla ricetta odierna, rappresentano simbolicamente un abbraccio, oltre al fatidico ombelico di Venere.

L’abbraccio è l’essenza di questa esperienza che è molto diversa dalla classica cooking class sulla pasta.

Intanto, qui si fanno solo tortellini. E quelli veri, quelli minuscoli. Poi ciò che conta maggiormente è chi li fa, come, e perché.

Il Tortellante è un’Associazione di Promozione Sociale nata dalla forza di tre madri, oggi riunisce più di 25 famiglie e ha come obiettivo inclusione, solidarietà e socializzazione per una delle fasce fragili della società: i giovani affetti da autismo.

Se da un lato, abbiamo I ragazzi di Massimo Bottura, come li chiama il famoso chef modenese, che grazie a diverse attività sono supportati nel diventare autonomi, dall’altro abbiamo nonni, nonne, casalinghe o modenesi della terza età, tutti volontari, che tutti insieme fanno i tortellini.

Questa attività di team building con obiettivo il lavoro di gruppo, e i ruoli,  si è dimostrata una strategia virtuosa che in modo semplice e immediato dona l’uno all’altro. C’è chi si sentirebbe solo a casa, e qui trova una casa, la sua grande famiglia adottata. Ci sono i ragazzi diversamente abili con forme diverse di autismo che si rendono utili, imparano ruoli diversi e responsabilità. Un passo fondamentale verso l’autonomia, grazie al team di psicologi e professionisti che ogni giorno con dedizione lavorano dentro l’associazione.

Lo sapevate che i tortellini di Osteria La Francescana, Franceschetta 58, Casa Maria Luigia e Cavallino di Modena sono tutti prodotti a mano da questa splendida comunità?

Diciamo che di lavoro ne hanno parecchio!

Perché questa esperienza è diversa da un’altra cooking class

Tre ragioni, principalmente:

  1. Partecipare a questa esperienza sui Tortellini è un modo per aiutare economicamente le 26 famiglie che hanno fondato l’Associazione Il Tortellante, che si autofinanzia e non usufruisce di aiuti pubblici
  2. Regalarsi l’emozione di vivere con leggerezza un forte senso di solidarietà, inclusione, dove l’approccio pro-attivo di tutti si percepisce appena varcata la soglia del laboratorio di pasta fresca
  3. Scoprire le sfumature di colore dei diversamente abili, sorprendenti nella loro abilità di realizzare un tortellino perfetto in meno di 5 secondi sotto lo sguardo attento e il sorriso dei volontari, e grazie a una serie di attività mirate studiate dagli assistenti sociali e dagli psicologi presenti che contribuiscono attivamente all’autonomia dei ragazzi.

Un gran bel Progetto, dove si uniscono le forze e le competenze per un fine comune, di grande aiuto per le famiglie che vivono questa quotidianità.

Cosa faremo

Ascolteremo una breve presentazione dell’Associazione del Tortellante per capire com’è nata e come funziona nel dettaglio…. Poi pronti e via per mettere le mani in pasta e confezionare il più bel tortellino.

Saranno proprio i volontari e I ragazzi affetti da autismo ad insegnarci a fare i tortellini.

Da emiliana, ricordo bene la giornata settimanale in cui da bambina con mia mamma, ci dedicavamo ad una grossa produzione di sfoglia e pasta fresca: tortellini, tortelloni, tagliatelle e maltagliati da conservare per la settimana.

Ebbene, l’atmosfera al Tortellante mi ha riportato a quello stesso stato di calma ed energia buona, in cui le due cose coesistono, e in cui dopo un bel po’ di lavoro, tiri su lo sguardo e trovi soddisfazione nel vedere questi bei taglieri colmi di pasta fresca di ogni formato.

La sede dell’Associazione con il Laboratorio stesso si trova in centro a Modena a soli 10 minuti da Piazza Roma, l’Accademia militare (Palazzo Ducale). Questo sarà il nostro meeting point per incamminarci verso l’Associazione, che a breve aprirà una vera e propria bottega di pasta fresca aperta al pubblico.

L’esperienza si conclude con il pranzo, per gustare finalmente i nostri tortellini; i tortellini del cuore dei modenesi.

PASTA LIBERA TUTTI – LA RIVOLUZIONE TRANQUILLA

Quando? Da lunedì a giovedì, secondo disponibilità.

Per informazioni o prenotazioni, scriveteci a info@emilastorytellers.com

Katia – Founder of Emilia Storytellers.